Indietro Avanti
Marketing e comunicazione

Refusi, errori e altre disgrazie

Autrice

Ilaria Gandolfi
Giornalista, consulente per la comunicazione e social media strategist

Pubblicato

19 ottobre 2015

Tempo di lettura

2 Min



Esistono “trucchi” per essere sicuri di eliminare dal proprio testo refusi, errori e altre disgrazie? Qualcuno sì; o meglio, esiste un metodo che consente di essere ragionevolmente sicuri di ciò che si è scritto.  

  1. Stampa! Può sembrare anacronistico, ma se appena si riesce è sempre meglio diffidare dalla semplice rilettura sullo schermo. “Il medium è il messaggio”, diceva il grande sociologo Marshall McLuhan: il che significa (anche) che il nostro cervello reagisce in modo diverso allo stesso messaggio esposto su differenti media. Le cara, vecchia carta consente una rilettura più lenta e accurata rispetto al video, su cui imperano i forsennati tempi del web (*).
  2. Fai il bis. Cioè rileggi lo stesso testo almeno due volte: la prima seguendone il senso, il contenuto; la seconda volta più superficialmente, in cerca di refusi, errori di grammatica o sintassi. Poi lascia passare un intervallo di tempo…e ricomincia da capo!
  3. Elogio della lentezza (e della voce alta). Leggi lentamente e ad alta voce: togliti di dosso la “modalità web” (*) e cerca di ascoltare il suono della tua voce.
  4. Reverse mode, on. La regola è: “Più sono grandi e più non li vedi”. Per scovare insospettabili refusi ed errori in titoli e sottotitoli può essere utile rileggerli al contrario, una parola alla volta.
  5.  Se hai un dubbio, scioglilo! Il web è uno strumento straordinario per verificare, accertare, appurare. Un solo esempio per tutti: nel sito web dell’Accademia della Crusca c’è la possibilità di porre i quesiti più spinosi (Cosa si fa, oggi, con lo scanner? Si scansiona o si scannerizza?) e ricevere una risposta dalla Redazione Consulenza Linguistica.

(*) Da “Web Usability 2.0" di Jakob Nielsen e Hoa Loranger:Image title

Se hai bisogno di una consulenza professionale per la correzione delle tue bozze, se vuoi chiedere maggiori informazioni o chiarirti un dubbio... puoi contattarmi su Networkmamas!