Indietro Avanti
Famiglia

Quando l’amore è litigarello... Scopri le 4 cause di tensione più comuni

Autrice

Elena De Franceschi
Psicologa e Consulente di Carriera

Pubblicato

17 luglio 2016

Tempo di lettura

2 Min



L'amore non è bello se non è litigarello. Ma tu sei d'accordo?

Se un confronto colorato può rendere dinamico un rapporto di coppia, è altrettanto vero che un’esasperazione delle tensioni mette a dura prova la tenuta del rapporto.

Naturalmente, le discussioni tra i partner possono insorgere per svariati motivi, e quando si è decisi a dare battaglia si diventa anche molto brave a trovarne (vero? ;-).

Nonostante si possa presumere che le cause di litigio tra i membri di una coppia siano potenzialmente infinite, esse sembrano ridursi essenzialmente a pochi aspetti, come se in fondo si potessero ricondurre a quattro macro categorie: il tradimento, il cambiamento, il sesso, la famiglia di origine.

1. Il tradimento, prima fonte di tensione tra i partner può essere fisico, emotivo o anche solo sospettato.

        - Il primo caso mette i partner nella condizione di prendere una decisione, valutare se andare avanti insieme oppure separarsi, si tratta di un duro esame di realtà che obbliga la coppia a guardarsi dentro in profondità.

        - Il secondo caso riguarda le aspettative disilluse di un partner verso l’altro, che porta poco a poco a instaurare una difesa emotiva, a fare un passo indietro e rivedere l’investimento che si sta facendo nell’altro.

        - L’ultimo è quello più difficile da gestire da soli perché non sono sufficienti le rassicurazioni, gli alibi confermati, le amorose attenzioni. Il sospetto si rivela deleterio perché nasconde in sé profonde ferite e insicurezze che molto spesso è più facile attribuire al partner che a se stessi.

2. Il cambiamento avviene sempre, inesorabilmente, ma quando uno solo dei due partner intraprende un’evoluzione sia essa emotiva, psicologica, spirituale o professionale cresce la distanza dall’altro e se accompagnata da una mancanza di consapevolezza conduce facilmente a un “non riconoscersi più”.

3. Il sesso è il termometro della coppia, sia quando c’è, sia  quando manca, quando è fonte di soddisfazione o frustrazione, quando è vissuto in modo semplice o in modo complicato. In ogni caso racconta qualcosa della coppia, traduce il linguaggio silenzioso di un legame profondo e quando questo codice diventa incomprensibile l’aiuto dello psicologo può regalare nuove prospettive.

4. La famiglia di origine è risorsa preziosa in taluni casi, fonte di guai in altri. La certezza dell’amore è indispensabile per potersi allontanare emotivamente e investire su di sé, su un altro da sé e su una nuova famiglia. Quando il ricatto emotivo alimenta le dinamiche famigliari ecco che diventa quasi impossibile liberarsi dai ruoli imposti indipendentemente dai chilometri che separano gli uni dagli altri.

Ti riconosci in uno di questi punti? Quali sono i motivi che più di altri sembrano attentare alla vostra coppia?

Quali strategie metti in atto per affrontarle? Usi la strategia del silenzio o cerchi la pace tra le lenzuola?

Raccontami la tua esperienza e se hai domande o curiosità contattami senza impegno scrivendo all'indirizzo email: e.defranceschi@psicoaosta.com o visita il sito www.psicoaosta.com