Indietro Avanti
Casa e ufficio

IO LAVORO A CASA! Come creare un funzionale angolo-ufficio in casa.

Autrice

Valeria Masera
Architetto specializzato in BioArchitettura e Restauro

Pubblicato

29 settembre 2015

Tempo di lettura

2 Min



Basta girare da una stanza all’altra della casa con il Notebook, l’agenda e i dossier di lavoro in mano!

Professioniste, casalinghe e mamme in carriera, che cercate faticosamente di conciliare la professione e gli impegni familiari scegliendo di lavorare a casa, eccovi qualche utile consiglio per realizzare una piccola postazione di lavoro, una specie di ufficio casalingo, bello e funzionale.

DOVE? Scelta del posto.

  • Osservate il vostro appartamento e scoprite se ci sono  degli spazi inutilizzati: zone sottofinestra, sottoscala, angoli e disimpegni che, con qualche piccolo accorgimento, possono diventare la vostra postazione di lavoro.
  • Cercate una posizione luminosa, preferibilmente con la luce laterale: lavorare tutto il giorno con le sole luci artificiali è maggiormente stressante.
  • Se riuscite,  non optate per  la in camera da letto: eviterete discussioni con il partner che vuole dormire proprio mentre voi dovete finire un lavoro importante…
  • Ad ogni modo, per valutare se l'angolo scelto è adatto, occorre valutare l'ingombro degli arredi minimi che tale attività richiede, ovvero una scrivania ed una sedia possibilmente girevole: per la prima occorre considerare un piano di lavoro che abbia una larghezza di 120/150 centimetri ed una profondità di 80 centimetri. Quanto alla sedia, occorre considerare circa 70 centimetri partendo dal bordo della scrivania.

COME? Come arredarlo.

Ovviamente dipende dalle necessità di ognuno di noi e dall’attività da svolgere, ma alcuni suggerimenti valgono per tutti gli angoli studio.

  • Il piano di lavoro, la scrivania, dovranno inserirsi armoniosamente nel contesto, rispecchiando lo stile dominante del vostro arredamento. Esistono anche alternative che ottimizzano il poco spazio disponibile, come le famose scrivanie porta pc dotate di rotelle, estremamente maneggevoli e pratiche, spesso trasformabili a seconda delle esigenze.
  • L’importanza di una seduta confortevole è indiscutibile. La soluzione ideale è una sedia ergonomica, studiata appositamente per favorire la corretta postura e migliorare la circolazione sanguigna.
  • Le mensole non possono mancare: sono comode per sistemare libri e cianfrusaglie. Potete montarle sopra alla scrivania in modo da avere dei ripiani a portata di mano, o posizionandole le une sopra le altre, formare una libreria estesa in altezza.
  • Pensate all’illuminazione con soluzioni ad hoc: le lampade da terra risolvono il problema con eleganza, senza sottrarre spazio al piano di lavoro, ma se preferite potete ricorrere a un abat-jour o a dei faretti.
  • Ricorrete alla tecnologia wireless per evitare grovigli di cavi, fili e prese “volanti” che, in uno spazio ridotto, possono essere pericolosi oltre che scomodi.
  • Personalizzatelo: basta poco, una pianta, una lavagnetta con i disegni realizzati dai vostri bimbi, un ricordo di un viaggio. L’importante è che l’ufficio in casa sia un angolo piacevole da vivere, in cui si sta volentieri, in cui ci si possa riconoscere, lavorare , ma anche… coltivare i propri sogni!

Se ti occorre una consulenza specifica posso aiutarti, mi trovi qui su Network Mamas

https://www.networkmamas.it/servizi/un-perfetto-ufficio-in-casa