Indietro Avanti
Grafica e design

Inviti di compleanno fai da te: 5 consigli per sopravvivere.

Autrice

Alessia Bruno
Graphic and web designer

Pubblicato

20 luglio 2015

Tempo di lettura

2 Min



I compleanni, per tutti i bambini, sono (e devono essere) dei momenti speciali. E presto o tardi arriverà anche per voi il momento in cui dovrete affrontare l'annoso problema degli inviti per gli amici e compagni di classe. il più delle volte poi, avrete bisogno di molte copie. Ecco qui 5 consigli per farseli da soli e uscirne vivi:

1. PONETE DEI LIMITI ALLA FANTASIA (ma non ditelo a nessuno!). Nel senso, che i bambini si sa, sono super fantasiosi e fosse per loro, nel loro invito di compleanno ci metterebbero delle principesse, che cavalcano draghi, che sputano arcobaleni sulle teste dei lepricani. E ci sarebbe la loro foto, nel centro del tutto. Con una corona ovviamente, se no che compleanno sarebbe? Quindi, prima di decidere con loro che cosa gli piacerebbe avere, fatevi già un'idea di quello che voi sareste in grado si realizzare e pilotate la scelta. (Siete genitori da un po', suvvia, almeno qualche trucchetto l'avrete imparato!)

2. PIRATI O SIRENE? Scegliete un tema. Uno solo. Fosse anche solo un colore. Fidatevi di me, avere un tema vi semplificherà la vita. E sappiate che una volta scelto non si torna più indietro. Loro ci proveranno, ma voi siate dei bulldozer.

3. OTTIMIZZARE. O riciclare. Avete ritrovato nei cassetti 100 porta cupcake e non avete mai il tempo di cucinare? Usateli per fare dei fiori per gli inviti. Avete trovato delle immagini carine di Elsa e vostra figlia sogna un compleanno Frozen? Stampatele, tagliatele ed incollatele su dei cartoncini blu. Prendete spunto online, il web é pieno di inviti carini da riprodurre in modo facile e sicuramente troverete il modo per svuotare quella scatola da 200 scovolini colorati che vi ha regalato la zia crafty due anni fa.

4. FATEGLI FARE IL LAVORO SPORCO. Lasciate che siano loro a personalizzare i biglietti con i nomi degli amichetti, a spargere glitter e ad incollare storto. Non saranno super precisi come quelli che avrete visto su Pinterest, ma saranno loro. Li ameranno e ne saranno orgogliosi. (e voi risparmierete tempo!)

5. CHECK LIST. Ora che avete deciso il cosa, come, quanti, prima di lanciarvi su colla, forbici o Photoshop, tenete bene in mente che, qualsiasi sia la vostra idea, in un invito di compleanno non potranno mai mancare:

  • Nome (ed eventualmente cognome) del bambino
  • Etá (che compirà al compleanno appunto)
  • Data dell'evento (ben specificata, non quelle cose come  "prossimo sabato" se no correrete il rischio di trovarvi invitati per i tre sabati successivi)
  • Luogo (e anche descrizione tipo "casa mia", "salone parrocchiale" ecc...)
  • Indirizzo (non é detto che tutti sappiano dove abitiate ecc...)
  • Eventuali dettagli importanti ("portate il costume da bagno" o "non portate i fratellini" o "vestitevi male che si faranno i murales")
  • RSVP (ovvero Fatemi sapere se venite!)
  • Indirizzo o email (meglio se entrambi) specificando se sono della mamma o del papá così uno sa con chi sta parlando