Indietro Avanti
Famiglia

Il significato dei margini Vol.1

Autrice

Valeria Atria
Grafologa, Rieducatrice della scrittura, Perita calligrafica

Pubblicato

10 giugno 2015

Tempo di lettura

2 Min



I margini

I margini sono lo spazio bianco che lo scrivente lascia libero si quattro lati del foglio (sempre che li lasci).

Rappresentando il foglio bianco l'ambiente, come vi dicevo nel post di ieri ( https://www.networkmamas.it/articoli/mostrami-come-scrivi-e-ti-diro-chi-sei), i margini assumono una rappresentazione psicologica che si riallaccia ad alcuni grandi archetipi della psiche. Chi scrive pone il suo Io al centro dello spazio e vede un alto, un basso, una sinistra e una destra.

L'alto rappresenta tutto ciò che ci sovrasta, che ci appare lontano, quasi irraggiungibile, quindi il mondo delle idee, il comando, la gerarchia, la religione ecc.

Se il margine alto è grande: segno di rispetto ed educazione. Man mano che cresce la sua sproporzione rispetto al testo sfocia in un accentuato senso dell'autorità (inclusa quella paterna). Se è abbinato ad una scrittura piccola e serrata (le parole hanno le lettere molto vicine tra loro, quasi attaccate) è indice di timidezza, inibizione, isolamento, senso di inferiorità.

Se il margine alto è scarso o assente: può significare invadenza e mancanza di rispetto oppure estroversione e disinvoltura nei rapporti sociali, a seconda del resto del contesto grafico.

Nel basso invece affondiamo le radici, poggiamo i piedi e ci sentiamo al sicuro. Quì troviamo quindi il mondo delle sensazioni fisiche, del quotidiano, della praticità, insieme al nostro inconscio, alla visceralità, all' "animalità".

Se il margine basso è assente: può essere indice di imprevidenza e impetuosità. Chi scrive non bada molto a "dove mette i piedi" e fatica ad interrompere la propria comunicazione anche se solo per voltare pagina.

Se il margine basso è presente: è sempre segno di buon gusto, se eccessivo indica che il gusto estetico finisce per diventare fine a se stesso.

La sinistra poi, rappresenta il luogo da dove veniamo, le origini, uindi il passato.

La destra infine è la direzione verso la quale andiamo, il domani, il futuro, lo scopo del nostro agire.


Per i significati dei margini sinistro e destro, vi do appuntamento a domani, non perchè voglio creare suspance... molto banalmente devo andare a preparare la cena che la mia littleV me se magna se no!

Alla prossima!

V