Indietro Avanti
Business e startup

Da mamma a Mamas: Valeria Masera

Autrice

NetworkMamas .
Il sito collettivo delle mamme freelance

Pubblicato

08 giugno 2017

Tempo di lettura

4 Min



Image title

Alcuni professionisti fanno lavori che necessitano maggiormente di un coinvolgimento diretto e sul posto. Eppure il primo contatto lo si può gestire online risparmiando tempo e spostamenti. I tempi ormai sono maturi e, nel caso di Valeria Masera che è Architetto, lei è pronta. Ora sta ai clienti cogliere questa opportunità.
Ciao Valeria, ci racconti brevemente di cosa ti occupi?

Sono un architetto “green” e tris-mamma, specializzato in Restauro e Bio architettura. Come ho scritto nel mio profilo di NMM, credo fermamente che la creatività sia passione, gioia e che per cambiare vita, si possa iniziare dal trasformare gli spazi in cui viviamo creando luoghi personalizzati che rispettino l’ambiente, adottando soluzioni semplici ed etiche. Una scelta importante per noi, ma ancora di più per il futuro dei nostri figli.
Avendo lavorato lungamente in settori differenti, posso fornire consulenze su: restauro edifici storici, bioarchitettura, arredamento e lavori edili, abbattimento barriere architettoniche e adeguamenti per disabili, risparmio energetico, stime immobiliari e preventivazioni. In più insegno Tecnologia in una scuola Media statale.

A cosa hai lavorato in questo periodo? Ci fai un esempio di un tuo lavoro recente? Quali risultati ha ottenuto il tuo cliente grazie al tuo aiuto?

Fino a qualche anno fa lavoravo molto per le imprese di costruzioni e per le Società immobiliari, progettando nuovi edifici di civile abitazione invece, attualmente, i miei committenti sono in prevalenza condomini e privati.
Ultimamente sono impegnata con le "diagnosi energetiche", in ottemperanza alle disposizioni di legge che obbligano i condomini a dotarsi di valvole termostatiche, contabilizzatori e bilancio energetico. Per quanto concerne la cantieristica, mi sto occupando di progettazione, direzione lavori, coordinamento della Sicurezza di opere di ristrutturazione di facciate e coperture, sempre volte al risparmio energetico.
Per alcuni committenti privati, proprio in questi mesi, sto seguendo l'ampliamento di una palazzina di civile abitazione, con il frazionamento in quattro alloggi e la ristrutturazione d'interni di alcuni appartamenti.
I miei clienti, sia che si trattino di amministratori di condomini o che siano privati, affidandomi l'incarico completo, ottengono il risultato "di non avere sorprese" e di pianificare i loro interventi in modo adeguato. 
Mi spiego meglio. Come suggeriscono i cuochi esperti, le ricette migliori necessitano solo di ingredienti di ottima qualità quindi, per la riuscita di un buon intervento occorrono:
- un professionista di fiducia,
- un'impresa edile capace e tecnicamente preparata,
- un progetto dettagliato e
- un budget ben definito da "non sforare".
Io riesco a fornire ai miei clienti la giusta e completa assistenza in tutte le fasi: "dal progetto", alla realizzazione in cantiere, sotto tutti gli aspetti (pratici e burocratici). Ovviamente ciò è possibile perché, lavorando nel settore dal 1997, oltre a qualche capello grigio, ho acquisito esperienza e formato un valido team di lavoro.

Per gestire questo lavoro hai usato in qualche modo internet, lavorando a distanza? E più in generale: riesci a trovare dei contatti di lavoro tramite internet?
Qui arriva il "tasto dolente". Il settore dell'edilizia, secondo me, è un ambito poco aperto ai nuovi strumenti di mercato ed io ho difficoltà a reperire clienti e contatti di lavoro "seri" tramite la rete.
Ci sono siti di progettazione on-line che forniscono studi e sistemazioni d'interni, basandosi su planimetrie e fotografie fornite dagli utenti. Soluzioni belle, accompagnate da render e disegni in 3D molto accattivanti. Però, penso possano essere solo un primo approccio, perché un progetto necessita della presenza"fisica" dell'architetto sul luogo, i problemi di realizzazione si vedono sul posto... Dove passo il tubo? Dove metto il determinato impianto? La misura presa dal muratore non corrisponde al disegno... ecc.
Essendo un'inguaribile ottimista, credo che sia questione di tempo. Personalmente penso che la soluzione stia nel coniugare i due aspetti: un primo contatto e un primo studio di massima on-line, a cui far seguire rilievi e sopralluoghi di persona. Pareri e consulenze, invece, possono essere tranquillamente forniti tramite internet. Alla base di tutto deve esserci professionalità e correttezza.

Come ti immagini il futuro del tuo lavoro? Quali abilità dovranno acquisire secondo te gli architetti del futuro?
Ti rispondo in maniera super sintetica. Tutti dovremo far fronte alla consapevolezza che le risorse del nostro pianeta non sono infinite: fonti energetiche, risorse naturali ed economiche. Questo ci obbligherà a pensare a soluzioni "smart": più intelligenti, ecologiche ed etiche.

Per te è stato semplice arrivare a questo punto? Quali difficoltà hai dovuto superare? Raccontaci la tua storia.
Non mi piace pensare che "sono arrivata a questo punto", preferisco definirmi "in cammino", pronta a cogliere occasioni ed abbandonare cose e situazioni superate. Vorrei riuscire as affrontare i cambiamenti in modo positivo.
La mia storia lavorativa è simile a quella di molte altre libere professioniste: sempre in bilico tra lavoro e famiglia, doveri, incombenza e sogni professionali. Molte delusioni, qualche rimpianto, ma ancora tanta voglia di fare.
Da sempre faccio parte del mondo delle Partite Iva, quindi ho sempre cercato di far fruttare al massimo il mio tempo; ho gestito maternità, ferie, malattie e imprevisti pianificando, organizzando e avvalendomi sempre di persone affidabili sul lavoro. Un grazie speciale lo devo a mio marito, a mia madre e mia suocera che, con il loro quotidiano aiuto, non mi hanno obbligato a scegliere  "o il lavoro o la famiglia".

Vista la tua esperienza di libera professionista e di mamma, qual è il consiglio che ti senti di dare a chi sta attraversando le difficoltà che tu hai attraversato tempo fa?
Non credo in consigli e ricette generici, posso solo dire che ritengo strumenti fondamentali: il lavoro di squadra, la collaborazione anche tra professionisti diversi e l'utilità della formazione/aggiornamento continui.

Chiudiamo con un pensiero su NetworkMamas: per te è stato utile? Quale è stato il vantaggio più grande che ne hai tratto?
Faccio parte di NetworkMamas fin dall'inizio, perché credo in questo progetto. Il vantaggio più grande: essermi confrontata con donne dai molteplici punti di vista, professioniste serie e preparate.

Ringraziamo Valeria e ti invitiamo a contattarla tramite il suo profilo per un preventivo gratuito o semplicemente per una chiacchierata: saprà consigliarti al meglio!