Indietro Avanti
Business e startup

Da mamma a Mamas: Simona Bergadano

Autrice

NetworkMamas .
Il sito collettivo delle mamme freelance

Pubblicato

22 giugno 2017

Tempo di lettura

4 Min



Image title

Quest'oggi incontriamo una Mamas che si è inventata un mestiere utilissimo: è una family manager. Si occupa della tua famiglia insegnandoti ad applicare le regole da azienda all'interno del tuo nucleo familiare. Budget, bilancio, entrate e uscite, organizzazione: filerà tutto liscio grazie a Simona e grazie a te che imparerai molte cose da lei.

Ciao Simona, ci racconti brevemente di cosa ti occupi?
Sono una Family Manager ed aiuto le famiglie a gestire la loro organizzazione. Parto dal bilancio mensile che elaboro insieme alla famiglia e da qui si è consapevoli della situazione, gestisco eventuali collaboratori nella parte amministrativa e fiscale, immobili, le relazioni con eventuali figure professionali come commercialista, avvocati, architetti. Ad esempio in questo periodo raccolgo e preparo tutta la documentazione per la dichiarazione dei redditi.

A cosa hai lavorato in questo periodo? Ci fai un esempio di un tuo lavoro recente? Quali risultati ha ottenuto il tuo cliente grazie al tuo aiuto?
In questi ultimi mesi sto promuovendo il mio metodo "I conti tornano" attraverso un file excel personalizzato ed alcuni incontri per "allenare" all'utilizzo. Aiuto a prendere consapevolezza delle entrate e delle uscite e, fissato un obiettivo chiaro, suggerisco un metodo di risparmio finalizzato al suo raggiungimento.
La soddisfazione che maggiormente mi gratifica è sentir dire dal cliente che è sorpreso di scoprire che le spese non sono così alte come se le immaginava (almeno, non tutte!)
Allontanare la paura di non arrivare a fine mese o poter affrontare un imprevisto e godere del reddito del proprio lavoro mi rende soddisfatta di quello che faccio.

Per gestire questo lavoro hai usato in qualche modo internet, lavorando a distanza? E più in generale: riesci a trovare dei contatti di lavoro tramite internet?
Ho utilizzato NetworkMamas ma i risultati non sono stati quelli sperati. Ho promosso il mio metodo attraverso coworking e qui il contatto diretto mi ha agevolata. Ma non mi arrendo, ho molto da imparare.
Il mio lavoro si può svolgere ottimamente a distanza anche perché io lascio totale autonomia e privacy al cliente, non voglio assolutamente conoscere la loro situazione economica. Le scelte che loro decidono di prendere vengono fatte direttamente da loro.
Non sono capace di trovare contatti attraverso internet. Non ho mai sviluppato le doti di comunicazione e marketing. Sono una persona che lavora bene nell’ombra.
Le mie qualità vengono confermate quando lavoro, quando porto i risultati.

Come ti immagini il futuro del tuo lavoro? Quali abilità dovranno acquisire secondo te le family manager del futuro?
Io credo molto nel mio lavoro e mai come ora la mia professione potrebbe essere utile. La precarietà del lavoro, la mancanza di retribuzione fissa, l'aumento di professioni freelance dove il bilancio familiare si mescola con quello professionale, creano il bisogno di una regolamentazione e di una struttura di supporto. Non bisogna pensare a nulla di complesso. Le regole sono sì quelle societarie, ma adattate alla realtà familiare.
Un bilancio familiare va analizzato e risparmiare non significa rinunciare. Faccio sempre un esempio: io per un periodo di tempo ho lavorato in un ufficio da sola e a fine mattinata avevo bisogno di scambiare due parole con qualcuno per recuperare le energie. Ho iniziato a scendere al bar, nonostante io detestassi il caffè. Era fondamentale però quell'Euro tutte le mattine, mi svagavo per 10 minuti, parlavo con il barista e con i clienti e tornavo in ufficio con molta più carica e pronta a risolvere i problemi. Se avessi analizzato solo il costo del caffè avrei suggerito a me stessa di eliminarlo, a fine mese erano ben 20€ risparmiati. Ma il beneficio di quel caffè era immenso. Almeno per quel periodo. Tre mesi dopo non sentivo più il bisogno di scendere al bar, bastava alzarmi dalla sedia, passeggiare sul balcone ed ero pronta e riprendere il mio lavoro.

Per te è stato semplice arrivare a questo punto? Quali difficoltà hai dovuto superare? Raccontaci la tua storia.
Io sono arrivata a questa professione per caso. Un giorno il Direttore Generale per cui lavoravo mi ha chiesto se potevo aiutarlo a risolvere una situazione familiare impegnativa: mi spiegò che era più facile sostituirmi in azienda che trovare una persona di fiducia che gestisse i suoi impegni personali. Ho così scoperto che esistevano le Family Manager!

Vista la tua esperienza di libera professionista e di mamma, qual è il consiglio che ti senti di dare a chi sta attraversando le difficoltà che tu hai attraversato tempo fa?
Guardare a volte da una prospettiva diversa aiuta a non buttare all'aria tutto. Quando ci chiediamo: "Perché non riesco a... " dovremmo sostituire il "perché" con: "In che modo posso riuscire a…" 

Chiudiamo con un pensiero su NetworkMamas: per te è stato utile? Quale è stato il vantaggio più grande che ne hai tratto?
Io uso Networkmamas per trovare soluzioni in moltissimi ambiti. Michela Bellomo mi ha creato il logo che mi rappresenta, non è poco! Deborah Croci ha organizzato per la mia famiglia il viaggio a New York e  per la prima volta anch’io ho fatto la turista.

Ho acquistato il servizio di Laura Ponchio per ristrutturare i mie balconi, ho contattato Lucia Zanaia per migliorare le mie tabelle Excel, ho avuto bisogno di tradurre in inglese un testo e Caridad Isabel mi ha aiutata. Ho anche contattato Valeria Atria che mi ha fatto l'analisi della grafia. È stata una rivelazione! Leggere alcune cose del mio carattere mi ha resa più consapevole e mi ha dato molto coraggio. Lo consiglio a tutte! E non è finita qui: ce ne saranno molte altre di Mamas con le quali entrerò in contatto! :)
Spero quindi che le Mamas, e non solo loro, si affidino senza timori al mio metodo "I conti tornano"

Grazie Simona! Siamo sicuri che in molti vorranno saperne di più e ti contatteranno tramite il tuo profilo!