Indietro Avanti
Business e startup

Da mamma a Mamas: Paola Pollastri

Autrice

NetworkMamas .
Il sito collettivo delle mamme freelance

Pubblicato

21 dicembre 2017

Tempo di lettura

3 Min



Image title


Oggi andiamo a conoscere Paola Pollastri, un avvocato che ha scelto di conciliare meglio famiglia e lavoro, per amor di... Vittoria!

Ciao Paola, ci racconti brevemente di cosa ti occupi?
Ciao! Sono un avvocato del Foro di Milano e mi occupo di diritto civile, in particolare diritto di famiglia e contrattualistica. Dopo una esperienza di quasi 10 anni da collaboratrice in due grandi studi milanesi, ho deciso di iniziare l’avventura della libera professione. In questa importante decisione ha avuto certamente un gran peso la nascita di Vittoria, circa un anno fa, che ha fatto fiorire in me il desiderio di avere maggiore autonomia e gestione del tempo, al fine di poterne seguire la crescita con partecipazione e presenza.

A cosa hai lavorato in questo periodo? Ci fai un esempio di un tuo lavoro recente? Quali risultati ha ottenuto il tuo  cliente grazie al tuo aiuto?
In questo periodo mi sto occupando in particolare di separazioni, nella fase di trattativa al fine di raggiungere un accordo che possa essere alla base di un ricorso consensuale. Questa fase della pratica è a mio avviso la più importante in assoluto: l’avvocato svolge un ruolo importantissimo, soprattutto nel supporto al cliente nella gestione di un momento delicato, in cui il profilo emotivo rischia di prendere il sopravvento a discapito del buonsenso e della lungimiranza circa la tutela dei figli. 

Per gestire questo lavoro hai usato in qualche modo internet, lavorando a distanza? E più in generale: riesci a trovare dei contatti di lavoro tramite internet?
Per la mia professione è innanzitutto importante la creazione del rapporto fiduciario. Sebbene internet possa essere mezzo privilegiato per stabilire contatti, è poi l’approccio personale a fondare il rapporto cliente/avvocato 

Come ti immagini il futuro del tuo lavoro? Quali abilità dovranno acquisire secondo te gli avvocati del futuro?
Il ruolo dell’avvocato è ancorato, purtroppo, a modelli ancora abbastanza polverosi. L’Avvocato nell’immaginario collettivo è sopra i 50 anni, in giacca e cravatta e UOMO. La mia speranza e tutti i miei tentativi vanno invece in una direzione opposta, di interscambio fra colleghi giovani e intraprendenti che si confrontano, mettendo a disposizione le reciproche competenze, creando un network attivo e sempre informato su attualità e novità normative. 

Per te è stato semplice arrivare a questo punto? Quali difficoltà hai dovuto superare? Raccontaci la tua storia.
La scelta della libera professione è stata abbastanza sofferta. Abituata ad un lavoro direzionato e che necessitava di molte ore di lavoro, ho dovuto affrontare la vertigine della gestione autonoma della clientela e del reperimento di nuova utenza. Una faticaccia, uno stress non indifferente. In più originariamente è stata una “non scelta” in quanto il grande studio presso cui lavoravo non mi ha dato modo di stare un tempo sufficiente con Vittoria perciò ho iniziato a coltivare nel cuore (e tramite contatti..) il proposito di diventare “capo di me stessa”, impegnandomi nell’aggiornamento costante e nella cura della clientela. Oggi non tornerei MAI indietro. 

Vista la tua esperienza di libera professionista e di mamma, qual è il consiglio che ti senti di dare a chi sta attraversando le difficoltà che tu hai attraversato tempo fa?
Il mio consiglio è tanto semplice quanto sentito e convinto: provateci. Senza voli pindarici, usando la testa e facendo qualche conto. Investite qualche mese per creare nuovi contatti e ristabilire e rinforzare quelli datati, poi partite determinate e tranquille, confidando nelle vostre capacità. 

Chiudiamo con un pensiero su NetworkMamas: per te è stato utile? Quale è stato il vantaggio più grande che ne hai tratto?
Mi sono iscritta al Network su consiglio di mia sorella subito dopo la nascita di Vittoria. Voglio far fruttare questo splendido scambio fra mamme capaci e intraprendenti.

Grazie Paola, noi siamo contenti di averti su NetworkMamas e invitiamo chi ci sta leggendo ad accantonare dubbi e paure e, in caso sia alla ricerca di un parere legale, ti contatti al più presto attraverso il tuo profilo sul sito.