Indietro Avanti
Business e startup

Da mamma a Mamas: Michela Bellomo

Autrice

NetworkMamas .
Il sito collettivo delle mamme freelance

Pubblicato

27 aprile 2017

Tempo di lettura

4 Min



Image title

Anche questa settimana abbiamo intervistato una Mamas che fa parte delle nostre iscritte. Lavora con le immagini, il colore e sa scoprire qual è la tua palette ideale!

Ciao Michela, ci racconti brevemente di cosa ti occupi?
Ciao! Sono grafica e brand creator e nel mio Michilab mi occupo di visual branding, perché amo aiutare i piccoli business in rosa a presentare al meglio la propria identità attraverso la magia dei colori.

A cosa hai lavorato in questo periodo? Ci fai un esempio di un tuo lavoro recente? Quali risultati ha ottenuto il tuo cliente grazie al tuo aiuto?In questo periodo sto lavorando molto con donne freelance e piccole imprenditrici che hanno la necessità di creare la loro immagine online e offline.
Partiamo dalla definizione degli obiettivi, dei valori e del target per arrivare poco per volta a definire la loro personalità e quella del loro business con una palette colori unica e immediatamente riconoscibile e una moodboard di ispirazione. Questo è un processo estremamente creativo e fondamentale per poter poi creare un logo e una brand identity non solo bella da vedere ma anche solida e che ci rappresenta. Il risultato è un’immagine sempre coerente e curata in ogni dettaglio che ha permesso alle mie clienti di distinguersi ed ottenere così anche dei nuovi contatti lavorativi.

Per gestire questo lavoro hai usato in qualche modo internet, lavorando a distanza? E più in generale: riesci a trovare dei contatti di lavoro tramite internet?
Io lavoro quasi esclusivamente a distanza. Fortunatamente, ormai, internet ci permette di essere ovunque e di poter entrare in contatto con persone che sono fisicamente lontane da noi. In rete e grazie a NetworkMamas ho conosciuto molte valide professioniste con le quali ho collaborato a nuovi progetti, che sono diventate mie clienti e alle quali mi appoggio per alcune consulenze. Credo tantissimo nella sinergia che può nascere sul web e posso dire che se sono arrivata fino a qui è proprio grazie alla rete!

Come ti immagini il futuro del tuo lavoro? Quali abilità dovranno acquisire secondo te le graphic designer del futuro?
Il futuro del mio lavoro lo immagino sempre più “colorato”. Sto lavorando molto in questa direzione. Mi sono inventata un metodo innovativo che ho battezzato Colorlove, che mi permette grazie allo studio dei colori e della personalità di definire i colori giusti per i miei clienti e di costruire intorno a quelli la loro identità visiva. Sto organizzando dei workshop sul brand e sui colori e ho iniziato ad offrire delle consulenze su Skype per dare suggerimenti e consigli. Sto cercando di differenziarmi e di specializzarmi in questo ambito. Credo che il segreto stia proprio qui, per essere una graphic designer del futuro, trovare quello che ci caratterizza, studiare i nuovi mezzi a nostra disposizione e continuare a crescere.

Per te è stato semplice arrivare a questo punto? Quali difficoltà hai dovuto superare? Raccontaci la tua storia.
Nel 2015, dopo 20 anni passati in un’agenzia creativa come art director, ho fondato Michilab, il mio laboratorio creativo, dove sforno loghi, siti web, grafiche per i social, biglietti da visita e tanto altro ancora!
Michilab è nato dalla passione per il mio lavoro e dal desiderio di prendere in mano la mia professionalità per dedicarla ai miei clienti.
Non è stato tutto rose e fiori, ci sono stati momenti difficili dove ogni cosa sembrava impossibile, ma poi ha vinto sempre la positività. La passione, la voglia di andare avanti e non mollare è stata sempre più forte di tutto. E così Michilab è cresciuto e con lui sono cresciuta anche io. Ho studiato, imparato un sacco di cose nuove del mondo online che prima non conoscevo, sono uscita dalla “zona comfort” nascosta dietro al mio Mac e ho cominciato a presentarmi e a farmi conoscere, mi sono messa in gioco ed è stato faticoso, ma estremamente eccitante. E oggi posso dire di essere felice della mia indipendenza, il mio lavoro adesso mi fa sentire libera!

Vista la tua esperienza di libera professionista e di mamma, qual è il consiglio che ti senti di dare a chi sta attraversando le difficoltà che tu hai attraversato tempo fa?
Credo che nessuna donna debba mai rinunciare ai propri sogni, qualunque essi siano. Conciliare lavoro e famiglia non è facile. Io ho desiderato con tutta me stessa i miei 3 figli e non ho mai voluto rinunciare al mio lavoro. Oggi la tecnologia ci aiuta molto ed il telelavoro sta diventando una realtà, e poi fortunatamente esistono community come NetworkMamas, che mette a disposizione di tutte le mamme una serie di strumenti per lavorare online. Perché farcela è possibile e sono convinta che essere mamma sia un valore aggiunto!

Chiudiamo con un pensiero su NetworkMamas: per te è stato utile? Quale è stato il vantaggio più grande che ne hai tratto?
Network Mamas è stato fondamentale. Quando ancora non avevo il mio sito per me è stato il punto di partenza. In questi anni ho trovato una cliente fantastica per la quale ho realizzato una brand identity completa per volare lontano, una super consulente SEO con la quale ho collaborato su vari progetti, un’assistente virtuale frizzante e organizzatissima che mi ha chiesto di realizzare il suo logo e poi tante, tante altre che ogni giorno sono lì con me su Network Mamas a confrontarsi e consigliarsi a vicenda. Ecco questo credo che sia il vantaggio più grande… con Network Mamas non sei mai sola!

Ringraziamo Michela e ti diamo una dritta: seguila anche sui social perché al mercoledì risponde alle tue domande sulla sua pagina Facebook Michilab